Recensione di 'Ivan il Terribile

Ultimo aggiornamento acceso 2022-05-19 Nicole
DVDFab AI Suite
DVDFab AI Suite
AI-powered 4-In-1 Complete Solution for DVD/Blu-ray/video and Image.

Le due parti di "Ivan il Terribile" di Eisenstein sono epiche nella portata, impressionanti nelle immagini e insensate nella storia. Questo è uno di quei film che può essere elevato direttamente allo status di Grande Film senza dover passare per nessuna delle fasi dell'essere un buon film. È un film che ogni serio amante del cinema deve vedere almeno una volta. Mi scuso con tutti gli studenti che sono interessati al cinema.

Stalin sostenne le produzioni, affermando che Ivan era il suo eroe personale. I film furono girati durante la seconda guerra mondiale negli studi Alma Ata in Kazakistan. I maggiori registi sovietici erano stati trasferiti per maggiore sicurezza. Sembra che Eisenstein abbia avuto poche restrizioni anche in tempo di guerra. La seconda parte presenta riprese spettacolari dell'esercito e dei proletari di Ivan che marciano per chiedere il suo ritorno in esilio. Stalin, che era l'unico a contare, fece grande uso del film del 1944. La parte II, terminata nel 1946, fu soppressa da Stalin o dalla censura di stato. Stalin trovò Stalin scomodamente vicino al dittatore. Eisenstein aveva pianificato la terza parte della sua trilogia e girato alcune scene. Tuttavia la produzione fu fermata e il regista morì nel 1948.

Il film si apre nella sala del trono di Mosca, dove Ivan viene incoronato. L'approvazione dei boiardi (una classe ereditaria di ricchi borghesi) ha permesso di girare il film. Mentre l'adolescente alto e sicuro di sé dichiara di essere lo zar di tutta la Russia, i loro sorrisi sono sostituiti da accigliamenti arrabbiati. Giura di sposare la principessa Anastasia e continuerà a proteggere ed espandere i confini russi, oltre ad esercitare il controllo sui boiardi.

La scena stabilisce il tono per entrambi i film. È una cerimonia di incoronazione maestosa e deliberata. È difficile trovare costumi pesanti, ornati e ingioiellati. La recitazione è forte e sgargiante. Lo stile di recitazione di Eisenstein è declamatorio e roboante. Userà primi piani drammatici per tutto il film. I suoi attori appaiono spesso strani. I lampi dal basso possono a volte ingrandire i loro tratti. Le angolazioni della telecamera di Ivan sono insolitamente oblique. Gli avversari di Ivan sono visti come un insieme di bizzarre caricature umane. Possono essere visti individualmente senza alcun tentativo di determinare la loro posizione geografica.

È impossibile guardare quei volti e non pensare immediatamente al film muto danese "La passione di Giovanna d'Arco", realizzato da Carl Theodore Dreyer nel 1928. Eisenstein l'aveva quasi certamente visto prima di iniziare a girare nei primi anni '40, se non in Russia, a Hollywood, dove dopo il successo dei suoi primi film "Potemkin" e "Ottobre" fu invitato nel 1930 a fare un film dalla Paramount. Fu rifiutato dallo studio e divenne oggetto degli anticomunisti. (Si trovò comunque molto impressionato dai primi lavori di Walt Disney, e più tardi dichiarò "Biancaneve e i sette nani" il più grande film mai realizzato).

Dreyer mise Giovanna d'Arco in posizioni servili sotto il banco dei giudici. Gli spettatori possono vederli in primi piani arrabbiati o accigliati ad angoli obliqui e con un'illuminazione stilizzata. La scenografia di Dreyer potrebbe anche aver avuto un impatto su Eisenstein. Giovanna d'Arco può essere vista in un'architettura estrema con i suoi muri esagerati e angolati che suggeriscono una fredda ostilità.

Le scenografie di Eisenstein possono essere incomparabilmente più grandi ma hanno ancora lo stesso aspetto. Alcuni hanno muri disadorni e altri sono vuoti di ornamenti, archi o angoli. Alcune pareti, come la zona del trono, sono coperte da icone e decorazioni dipinte. Anche se è facile pensare che stiamo guardando effetti ottici o disegni opachi, le inquadrature di Eisenstein mostrano i personaggi che camminano dietro a pali e pilastri, il che dimostra la profondità delle immagini. Usa anche grandi ombre che presumibilmente sono reali, come quella che mostra l'enorme testa e i baffi perfidamente appuntiti di Ivan nelle inquadrature drammatiche.

La prima parte introduce coloro che sono coinvolti negli intrighi di corte intorno allo zar Nikolai Cherkasov. Kolychev, il suo caro amico, vuole uscire completamente da questa situazione e decide di andare in un monastero remoto. Kurbsky è un altro amico che viene messo sotto pressione da Ivan. Questo perché i boiardi avevano il monopolio del potere e Ivan ha assunto il ruolo di zar dal nulla.

Hanno un figlio dopo che Ivan sposa la principessa Anastasia, che onestamente considera il suo migliore amico. La zia di Eufrosinia, zia di Ivan, è infuriata per questo. Suo figlio, il principe Staritsky, è quello che ama. Questa scelta porta umorismo al film perché il viso da bambino di Staritsky, con i suoi capelli biondi tagliati alla maniera dei coristi, è un cocco di mamma. Si getta tra le braccia di sua madre e si lamenta di come lei cerchi costantemente di costringerlo a fare certe cose. Non vuole diventare zar.

È conosciuto come Euphrosinia, una creatura malvagia spesso vestita con un cappello da strega. Una particolarità delle sale del trono sono i suoi archi, che sono troppo bassi per permettere a chiunque di camminarci in piedi. Si piega quasi il doppio per raggiungere l'ingresso del suo appartamento, e poi striscia in vista come su un serpente. È lei che trama per far portare a Ivan una tazza avvelenata senza saperlo ad Anastasia. Ivan si vendica vestendo Staritsky in abiti da zar e mettendo la sua corona sulla testa del giovane.

La prima parte è piena di sfarzo storico. La seconda parte passa attraverso un cambiamento di tono, ed è allegramente oltraggiosa. È meglio descritta come una commedia camp. Le performance della parte I di Nikolai Cherkasov come zar sono impressionanti. La parte II, tuttavia, a volte sembra essere stata adattata da Mel Brooks. Personalmente, ho provato poche emozioni nei film. Era più un'agiografia riluttante a un pazzo.

articoli Correlati